fbpx

Meteo e fotovoltaico: cosa considerare per migliorare la gestione dei rischi

‘Odi et amo’ recitava Catullo, nel tentativo di spiegare i sentimenti contrastanti provocati dall’amore per la sua amata. Mettendo il poeta romano da parte, nel nostro caso, il rapporto conflittuale preclude la poesia ed il vero sentimento amoroso. Di fatti in questo articolo andremo ad analizzare il rapporto, a volte difficile, tra meteo e fotovoltaico. Il perché è piuttosto lampante, con il sole i pannelli producono mentre con il meteo avverso, al contrario, un impianto fotovoltaico rischia addirittura un malfunzionamento. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio per essere chiari.

Il meteo avverso come influisce sulle valutazioni del rischio per impianti fotovoltaici

Valutazione del rischio solare 2024

Il 2024 Solar Risk Assessment Report, firmato da kWh Analytics, fornisce un’analisi basata sui dati per identificare e mitigare i rischi associati agli impianti fotovoltaici. Questo rapporto include contributi di diverse aziende e realtà leader nel settore solare come Allianz Power e Solarlytics. Tale studio introduce per la prima volta il ruolo dello stoccaggio dell’energia. Nella ricerca Jason Kaminsky, CEO di kWh Analytics, sottolinea l’importanza di una crescita intelligente basata sui dati per proteggere le risorse e raggiungere gli obiettivi di diffusione delle energie rinnovabili.

Stai pensando al fotovoltaico?

PREVENTIVO GRATUITO

Preventivo gratuito personalizzato

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 7
Il tuo nuovo impianto è?

Danni meteo agli impianti fotovoltaici

La gestione dei rischi meteo e operativi nella produzione fotovoltaica è un tema cruciale per il settore delle energie rinnovabili. Con l’avanzare della transizione energetica e l’accelerazione dei progressi tecnologici, i danni derivanti dai cambiamenti climatici diventano sempre più evidenti. Il 2024 Solar Risk Assessment Report di kWh Analytics offre una panoramica dettagliata su come affrontare questi rischi, integrando nuove valutazioni sulle condizioni meteorologiche estreme e sui rischi operativi legati agli impianti fotovoltaici e alle batterie.

Danni da grandine e condizioni meteo estreme

Un elemento cruciale nella gestione del rischio solare è la protezione contro i danni fisici causati da eventi meteorologici estremi, ad esempio la grandine. Innovazioni come i moduli fotovoltaici temprati e tecnologie anti-grandine stanno diventando sempre più rilevanti.

Le ipotesi di modellazione tradizionali possono sottostimare i danni fisici causati dal meteo estremo agli impianti fotovoltaici. Secondo kWh Analytics, l’errore di valutazione può arrivare fino al 300% in mercati come la California e il Texas con delle caratteristiche climatiche particolari. Questo può portare a gravi implicazioni per assicuratori e investitori, rendendo necessaria una nuova modellizzazione specifica per il fotovoltaico che includa differenti tecnologie solari.

Test di affidabilità e riduzione dei danni causati dal meteo avverso

I test condotti da Kiwa PVEL mostrano che i danni da grandine sulle celle solari hanno un impatto minore del previsto sulle prestazioni dei moduli fotovoltaici, con una perdita di produzione inferiore al 3%. Inoltre, i test di Waaree dimostrano che il posizionamento dei moduli vetro/vetro in modalità antigrandine comporta una perdita di potenza dello 0,8%, ben al di sotto della soglia del 5% delle linee guida IEC.

Importanza dell’inclinazione dei pannelli

L’inclinazione dei pannelli fotovoltaici gioca un ruolo cruciale nella riduzione dei rischi meteo. Un’inclinazione a 50 gradi è associata a una probabilità del 33% di danni in caso di grandine, mentre un’inclinazione a 75 gradi riduce questa probabilità all’1%.

Rischi operativi nella produzione fotovoltaica

L’integrazione di tecnologie avanzate è essenziale per prevenire i rischi operativi e aumentare l’affidabilità degli impianti. Studi recenti hanno mostrato che sistemi fotovoltaici ben progettati e mantenuti possono affrontare meglio le sfide come il calo di tensione e la diminuzione della produzione energetica durante i mesi invernali, grazie a soluzioni innovative nel campo della manutenzione e della monitorizzazione.

Progettazione resiliente = riduzione dei costi provocati dal meteo avverso

Investire nella progettazione e nella manutenzione di siti solari resilienti può ridurre i costi assicurativi fino al 50% nelle zone ad alto rischio. Utilizzare pannelli spessi e temprati a caldo e inseguitori per proteggere i sistemi dalla grandine è essenziale per minimizzare i danni.

Calo di tensione e produzione fotovoltaica

Il team di Solarlytics evidenzia che il calo di tensione può ridurre la produzione fotovoltaica di oltre il 20%.

Manutenzione e stagionalità

Le statistiche di Univers mostrano un aumento del 14% delle azioni correttive O&M in inverno rispetto all’estate nel 2023.

Effetti dello sporco sui pannelli

Lo sporco sui sistemi fotovoltaici può ridurre la produzione annua di energia del 50%, soprattuto sui moduli con tecnologia precedente a 2 anni fa. È quindi fondamentale implementare una pulizia regolare per mantenere l’efficienza.

Misurazione dello stato di carica delle batterie

Le misurazioni convenzionali dello stato di carica delle batterie sono soggette a errori, con una media del 7% di errore nella stima dell’energia disponibile per la distribuzione.

Sfide di rilevamento e soppressione degli incendi

Il 26% dei sistemi di accumulo dell’energia affronta sfide significative nel rilevamento e nella soppressione degli incendi, secondo SEVO IFP.

Conclusioni: il meteo avverso non è l’unica sfida da vincere

Investire in tecnologie solari affidabili e resilienti non solo migliora la sicurezza ma riduce anche i costi assicurativi.

La gestione dei rischi meteo e operativi nella produzione fotovoltaica richiede un’attenzione costante e un approccio basato sui dati. Implementare strategie di progettazione resiliente, migliorare le tecnologie di monitoraggio e manutenzione e comprendere l’importanza delle variabili climatiche sono passi fondamentali per garantire la sostenibilità e l’efficienza degli impianti fotovoltaici.

Vuoi sapere le novità sui Bandi Agrivoltaico?

Vuoi saperne di più?

SCARICA GUIDA

La tua guida gratuita al fotovoltaico

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome

FAQs: Meteo e fotovoltaico

Cosa copre il 2024 Solar Risk Assessment Report?

Il report copre la valutazione dei rischi meteo e operativi per gli impianti fotovoltaici, inclusi danni da condizioni meteorologiche estreme e rischi legati allo stoccaggio dell’energia.

Quali sono i principali rischi meteo per gli impianti fotovoltaici?

I principali rischi meteo includono danni da grandine e altre condizioni meteorologiche estreme che possono compromettere l’integrità e la performance dei pannelli solari.

Come può l'inclinazione dei pannelli solari influenzare i danni meteo?

L’inclinazione dei pannelli solari può ridurre significativamente i danni. Un’inclinazione maggiore, come 75 gradi, diminuisce la probabilità di danni da grandine rispetto a inclinazioni minori.

Qual è l'impatto dello sporco sui pannelli fotovoltaici?

Lo sporco sui pannelli fotovoltaici può ridurre la produzione annua di energia fino al 50%, rendendo fondamentale la pulizia regolare dei moduli.

Come possono i proprietari di impianti fotovoltaici ridurre i costi assicurativi?

I proprietari possono ridurre i costi assicurativi fino al 50% nelle zone ad alto rischio investendo in progettazione e manutenzione di siti solari resilienti, utilizzando tecnologie avanzate come pannelli spessi e inseguitori resistenti alla grandine