fbpx

Bandi agrivoltaico: novità per sviluppare l’agricoltura sostenibile in Italia

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, insieme al GSE, ha recentemente pubblicato gli aggiornamenti delle regole operative e annunciato l’apertura dei bandi per l’agrivoltaico, segnando un passo avanti significativo per le rinnovabili in Italia. Il 4 giugno 2024 si sono aperte le porte all’innovazione con l’avvio delle procedure per partecipare a questi bandi, essenziali per chi opera nel settore agricolo e cerca di incrementare la propria indipendenza energetica.

Un'immagine di un impianto agrivoltaico. Aiuta a spiegare l'importante dei bandi agrivoltaico

Chi può beneficiare degli incentivi dei bandi agrivoltaico?

Imprenditori agricoli, sia individuali che societari, insieme a cooperative, consorzi e associazioni temporanee di imprese (ATI), possono ora richiedere gli incentivi agrivoltaici previsti dal PNRR. La novità di quest’anno è l’inclusione delle ATI in fase di costituzione, che devono firmare un impegno collettivo per accedere ai benefici, una mossa che democratizza ulteriormente l’accesso agli incentivi.

Stai pensando al fotovoltaico?

PREVENTIVO GRATUITO

Preventivo gratuito personalizzato

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Passo 1 di 7
Il tuo nuovo impianto è?

Bandi agrivoltaico: novità nel regolamento

Le modifiche al regolamento includono nuove direttive per le relazioni agronomiche, essenziali per il monitoraggio e la certificazione dell’attività agricola compatibile con l’installazione dei moduli fotovoltaici. Queste relazioni devono essere redatte da professionisti qualificati, garantendo che l’implementazione dell’agrivoltaico rispetti la sostenibilità e l’efficacia agricola.

Partecipare ai bandi agrivoltaico: procedure e terminologie

Per le richieste di partecipazione si fa fede al portale del GSE (https://areaclienti.gse.it/), accessibile 24 ore su 24 dal 4 giugno e fino alle ore 12:00 del 2 settembre 2024. Si tratta del punto di riferimento per la presentazione delle istanze sia per il bando per l’iscrizione ai Registri con 300 MW disponibili per gli impianti fino a 1 MW e sia per il bando per le iscrizioni alle Aste Agrivoltaiche con 740 MW per gli impianti di potenza superiore. Le possibilità di finanziamento sono ampie e variabili. La chiarezza nei criteri di ammissibilità e i termini di realizzazione sono delineati qui.

L’importanza di restare aggiornati

Per gli imprenditori agricoli, l’aggiornamento costante sulle politiche e le opportunità nel settore agrivoltaico è essenziale. Mantenersi informati non solo garantisce l’accesso agli incentivi, ma promuove anche una gestione energetica più autonoma e sostenibile grazie ad esempio agli incentivi per promuovere la realizzazione di questi sistemi ibridi agricoltura-energia, è prevista l’erogazione di un incentivo composto da un contributo in conto capitale, pari al massimo al 40% delle spese sostenute, e di una tariffa incentivante applicata alla produzione di energia elettrica netta immessa in rete. Per questo un’azienda come AMT impianti, con la sua esperienza nel settore delle energie rinnovabili e un’approfondita conoscenza del territorio della Lombardia, è il partner ideale per navigare questo nuovo scenario, offrendo consulenza specializzata e soluzioni su misura per ogni tipo di azienda agricola.

Conclusioni sui bandi agrivoltaico

L’agrivoltaico non rappresenta solo una soluzione per l’indipendenza energetica, ma è anche un impegno verso un futuro più sostenibile. Attraverso i bandi agrivoltaico (Aste e Registri), le aziende agricole possono trasformare i loro terreni in aree di produzione energetica rinnovabile, beneficiando di incentivi significativi e sostenendo l’ambiente. È un’opportunità da non perdere per chi guarda al futuro dell’agricoltura con una visione innovativa e responsabile.

Perché conviene possedere un impianto fotovoltaico?

Vuoi saperne di più?

SCARICA GUIDA

La tua guida gratuita al fotovoltaico

Abilita JavaScript nel browser per completare questo modulo.
Nome

FAQs: Bandi agrivoltaico

Chi può richiedere gli incentivi dei bandi agrivoltaico?

Gli incentivi sono destinati agli imprenditori agricoli, sia individuali che societari, cooperative, consorzi e associazioni temporanee di imprese agricole (ATI).

Quando si possono presentare le domande per i bandi agrivoltaico?

Le domande per i bandi agrivoltaico possono essere presentate dal 4 giugno 2024 fino al 2 settembre 2024, esclusivamente tramite la piattaforma telematica del GSE.

Qual è la potenza massima ammissibile per gli impianti nei bandi agrivoltaico?

Il Bando per l’iscrizione ai Registri ha un limite di 300 MW per impianti fino a 1 MW di potenza, mentre quello per le Aste Agrivoltaiche non ha limiti di potenza, con un contingente totale di 740 MW.

Cosa è richiesto per redigere una relazione agronomica ai fini dell'agrivoltaico?

La relazione agronomica deve essere elaborata e sottoscritta da un professionista con competenze specifiche nel settore agrario e iscritto a un ordine professionale pertinente o da un centro assistenza agricola (CAA).

È possibile partecipare sia ai Registri che alle Aste per lo stesso progetto agrivoltaico?

Sì, se un progetto rispetta i requisiti per entrambi i tipi di incentivo, è possibile presentare istanze di iscrizione sia ai registri sia alle aste per la stessa iniziativa.